Cinema e turismo

Posted by on Ago 18, 2016 in Turismo | Commenti disabilitati su Cinema e turismo

La Sicilia è un territorio che non ha bisogno di presentazioni: ciononostante a livello turistico il marketing e la comunicazione sono imprescindibili e necessari al fine di rendere noto a tutti ciò che una località ha da offrire. I mezzi attraverso i quali un luogo può farsi conoscere fuori dai suoi confini, sia a livello nazionale che internazionale, sono numerosi, e ce n’è uno che forse è poco considerato ma che può essere moto potente: il cinema.

Un film girato in una determinata location la rende immediatamente nota a tutti coloro che vedono quel film, ed è quasi inevitabile che essi poi sviluppino il desiderio di visitare personalmente quello che hanno visto valorizzato sul grande schermo. Anche per la Sicilia, dunque, il cinema può essere un efficace volano. Di questo si è parlato in un incontro tenutosi all’interno della manifestazione “Meravigliosa Brolo” che si è svolta tra il 30 luglio e il 7 agosto. Brolo è una cittadina che si trova in provincia di Messina, e che per il secondo anno consecutivo è stata scelta per ospitare una kermesse tutta incentrata sulla cultura e sulla necessità di valorizzare le bellezze siciliane avvalendosi di ogni mezzo a disposizione. Nello specifico, all’appuntamento durante il quale si è parlato della settima arte, del cinema cioè, sono intervenuti diversi protagonisti a diverso titolo del mondo della cinematografia italiana. Ad esempio, era presente Fabio Longo, che fa parte della governance della Rai. Longo ha ribadito il concetto secondo il quale il mezzo cinematografico (e nel caso specifico, anche televisivo, con le fiction di qualità) possa essere estremamente utile per favorire il lancio promozionale della regione Sicilia. Inoltre ha parlato dei risvolti economici che possono esserci per un territorio quando ospita una produzione audiovisiva, e infine ha affrontato anche l’argomento dell’importanza della diffusione pubblicitaria tramite i canali televisivi nazionali. Erano inoltre presenti la regista Alessia Scarso e un’attrice, Barbara Tabita del cast di “Italo”. “Italo” è il film ispirato alla storia vera dell’omonimo cane, diventato cittadino onorario di Scicli, in Sicilia, isola sulla quale è dunque ambientata l’azione e dove è stato girato il film. Regista e attrice hanno dunque portato l’esempio della loro esperienza, visto che hanno potuto constatare con mano, durante la distribuzione internazionale del lungometraggio, l’effetto che ha sul grande pubblico vedere la Sicilia raffigurata nel cinema. Insomma, nell’incontro di “Meravigliosa Brolo” si è chiarito come il ruolo delle Film Commission sia molto importante, poiché il cinema non è solo un’industria a sé ma si collega in modo stretto e imprescindibile anche alla promozione turistica del territorio. A parlare del ruolo delle Film Commission, che sono distribuite su tutto il territorio nazionale, è stato Alessandro Rais, dirigente regionale dell’assessorato al Turismo. Rais ha raccontato quello che è stato fatto in passato, in particolar modo dagli anni ‘90 in poi, tracciando una storia della cinematografia siciliana, ma ha soprattutto parlato del futuro, dei fondi che sono stanziati per il cinema e del bando per finanziamenti che scadrà il 22 di agosto. L’intenzione dunque è di incentivare sempre più quello che viene definito il “cineturismo”, che ha anche un altro innegabile vantaggio: quello di far conoscere anche le località meno note e solitamente non battute dal turismo di massa. A quanto pare, e stando a quanto è stato detto, ci sono già molti progetti in cantiere, che arricchiranno contemporaneamente la cinematografia italiana e l’isola siciliana.