Il nuovo turismo siciliano

Posted by on Set 12, 2018 in Uncategorized | Commenti disabilitati su Il nuovo turismo siciliano

La Sicilia ha fatto registrare una stagione turistica estiva soddisfacente, ma al solito non entusiasmante. Questa affermazione non è il prodotto di esigenze troppo elevate, ma di realistiche aspettative. Infatti basta analizzare nel concreto quelle che sono le potenzialità dell’isola per rendersi conto che i risultati che si ottengono non sono nemmeno lontanamente vicini a quelli che si potrebbero auspicare. Niente di nuovo sotto il sole: l’incapacità di “sfruttare” al massimo le tantissime offerte siciliane è ormai endemica. Per fortuna, però, sembra che qualcosa si stia muovendo. C’è infatti un nuovo mercato turistico in espansione a cui la Sicilia sta puntando in modo molto deciso. I numeri già ci sono, ma il bacino di utenza potrebbe essere aumentato in modo esponenziale. Stiamo parlando del lontano Oriente, di Cina e Giappone. I turisti cinesi e giapponesi sono facoltosi, possono spendere e vogliono farlo, e amano girare il mondo e conoscerne anche gli angoli meno noti. La Sicilia è già una delle mete a cui si rivolgono i turisti orientali: una piccola percentuale dei dati turistici dell’anno scorso riguardavano infatti ospiti dalla Cina e dal Giappone, con un lieve aumento rispetto agli anni passati. Però questi numeri sembrano ancora scarsi rispetto a ciò che si potrebbe ottenere. Per questo l’Assessorato Regionale al Turismo ha deciso di puntare in modo più deciso verso questa parte del mondo, con due iniziative che sono state organizzate per il mese di settembre 2018. La prima è il viaggio di una delegazione regionale, guidata dall’assessore Sandro Pappalardo, che si recherà in visita alla cittadina cinese di Chengdu per l’annuale Travel Trade Market. Questa sarà una vetrina molto importante per la Regione Sicilia, in quanto a questa fiera si incontrano i più importanti tour operator orientali che si occupano di turismo internazionale. Anche il Giappone però verrà preso di mira: tra il 20 e il 23 settembre si svolgerà a Tokyo un’altra fiera molto importante, il TEJ (Tourism Expo Japan). Anche in quest’occasione la Sicilia sarà presente per promuovere le bellezze dell’isola, e non solo nell’ambito della manifestazione. L’evento più atteso è una cena che è in programma per il 19 settembre in cui si esibirà l’Orchestra Sinfonica Siciliana. La cena avrà luogo presso l’Ambasciata Italiana a Tokyo, e ovviamente il menu prevedrà come portate alcune delle maggiori eccellenze enogastronomiche siciliane. In una parola l’assessorato regionale è sempre più fermamente intenzionato a far conoscere la Sicilia ben al di fuori dei confini nazionali, con la consapevolezza che le sue molte bellezze non hanno nulla da invidiare a quelle di altre mete turistiche che pure riscontrano un maggiore successo. Un’ultima azione che è stata messa in campo per dare visibilità all’isola è una campagna pubblicitaria che ha come location i più importanti aeroporti della nostra penisola: fino al mese di dicembre negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino a Roma, in quelli di Malpensa e Linate a Milano, e negli scali di Bergamo, Venezia, Bologna, Pisa, Napoli e Bari si potrà ammirare una cartellonistica pubblicitaria pensata ad hoc. Con immagini di grande formato verranno esibiti in questi luoghi strategici degli scorci dell’isola che non potranno non invogliare i molti viaggiatori che passarono per questi aeroporti a visitare la Sicilia. Questa operazione è costata quattro milioni di euro ed è propedeutica ad una campagna ancora più diffusa che riguarderà tutti i maggiori scali aeroportuali europei. In questo modo la bellezza selvaggia della Sicilia illuminerà gli occhi dei turisti di tante parti del mondo, invogliandoli magari a venirla a visitare per la prossima estate.