Il nuovo resort aperto nel Parco delle Madonie

Posted by on Set 11, 2017 in Uncategorized | Commenti disabilitati su Il nuovo resort aperto nel Parco delle Madonie

Si a che per rendere davvero appetibile l’offerta turistica di un territorio non sono sufficienti le sue bellezze naturalistiche e culturali; è necessario che esse siano anche facilmente fruibili, attraverso una rete di trasporti efficienti e sicuri e strutture ricettive all’avanguardia, in grado di offrire tutti i comfort richiesti dai clienti. Questo è da sempre stato invece il neo del turismo siciliano: la Sicilia è un’isola di grande bellezza che propone a chi la visita paesaggi incantevoli, spiagge da sogno, città antiche e ricche di arte, enogastronomia di qualità e siti archeologici. Ciò però in cui è sempre stata carente è l’accoglienza spicciola, quella fatta dagli alberghi e dalle altre strutture ricettive. Negli ultimi anni però si è fatto molto, e una delle ultime vittorie conseguite in questo settore, in ordine di tempo, è la riapertura di un resort che era rimasto in stato di abbandono per molti anni. Si tratta del Pollina Resort che si trova in uno degli angoli più incantevoli della Sicilia, il Parco delle Madonie. La struttura era nata come Villaggio Valtur nei pressi di Cefalù, ma poi era andata incontro all’abbandono e al degrado, così come rischiava di cadere nel degrado l’intero territorio. Il “miracolo” della riapertura, che può rappresentare un volano importante per l’economia del territorio, è stato reso possibile da uno dei più importanti tour operator della Sicilia e della Sardegna che già disponeva di altre strutture simili ma ha voluto investire nel Parco delle Madonie, anche grazie ad un mutuo stipulato con l’agenzia finanziaria Unicredit, ma soprattutto in virtù di un contratto di sviluppo siglato con Invitalia. Grazie al concorso di queste diverse forze, infine, la riapertura del Pollina Resort è diventata una realtà che già si preannuncia di grande successo, visto che in poco tempo si è fatto registrare il tutto esaurito per i suoi quasi mille posti letto. D’altro canto questo villaggio turistico si trova davvero in una posizione privilegiata, difatti sorge su un promontorio che offre una vista panoramica sul golfo sottostante, e intorno ci sono tanti viottoli, spiagge e sentieri da usare per esplorare l’area. La spiaggia principale si può raggiungere a piedi, attraverso un sentiero che digrada dolcemente verso il basso, o usando uno dei due ascensori che sono messi a disposizione degli ospiti. La struttura comprende anche un ristorante, anch’esso collocato in posizione panoramica in modo tale che sia possibile cenare osservando la distesa del mare di Sicilia. La cucina è tipica del territorio, ma anche varia e influenzata da altre tradizioni culinarie. Insomma Aeroviaggi ha voluto fare le cose in grande, e il suo Presidente, Antonio Mangia, ha espresso la sua felicità per aver avuto la possibilità di riportare in vita quella che ha definito una delle eccellenze del territorio, ed ha soprattutto espresso la sua soddisfazione per il tutto esaurito dell’inaugurazione. Il sindaco di Pollina, Magda Culotta, si è detta soprattutto speranzosa del fatto che la riapertura del resort possa in qualche misura risarcire il suo territorio e i suoi cittadini delle molte privazioni che hanno dovuto subire, specie in termini di posti di lavoro. Infine Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, ha detto che l’intera iniziativa ha dimostrato come i fondi pubblici possano essere davvero un importante sostegno per lo sviluppo dei territori, qualora impiegati in modo saggio e in collaborazione con enti privati. La stagione turistica è appena agli inizi: il Pollina Resort avrà tutto il tempo di dimostrare la sua importanza per l’economia del territorio.