Il nuovo turismo “green” parte dalla Sicilia

Posted by on Set 28, 2018 in Uncategorized | Commenti disabilitati su Il nuovo turismo “green” parte dalla Sicilia

Cosa succede quando il turismo di qualità incontra l’innovazione tecnologica, all’insegna del rispetto dell’ambiente e del territorio? Possono nascere dei progetti davvero molto interessanti che potrebbero avere successo anche a livello mondiale, pur partendo da una realtà locale. Stavolta a fare da apristrada è la Sicilia, con una delle sue eccellenze nel campo della mobilità sostenibile, Sicily by Car. Da alcuni anni ormai Sicily by Car promuove un sistema di auto, e altri mezzi, che vengono alimentati con l’energia elettrica. Si tratta di veicoli assolutamente non inquinanti, che naturalmente però, per poter essere fruiti al meglio, hanno bisogno di una rete di infrastrutture ben coordinata. Infatti affinché un mezzo elettrico possa davvero essere utile è necessario disporre di colonnine di ricarica in luoghi strategici, facilmente raggiungibili e frequenti. Pensando alle grandi opportunità che potrebbe offrire in campo turistico la mobilità elettrica, sempre più preferita da un certo tipo di viaggiatore attento alla sostenibilità e rispettoso del contesto, Tommaso Dragotto, presidente e fondatore di Sciily by Car, ha pensato di creare un circuito pensato ad hoc. Si potrebbe parlare di uno dei primissimi, veri esempi di “turismo green”: il progetto è stato presentato alle autorità e alla stampa con il titolo di “Donna Sicilia”. Donna Sicilia sarà un opuscolo che permetterà ai turisti interessati di scoprire le bellezze del territorio che gli vengono presentate; si tratta di un pacchetto che comprende la visita ad alcune delle più prestigiose dimore storiche di lusso dell’isola, come Villa Spaccaforno a Modica, in provincia di Ragusa, o Casale Fradama a Siracusa. Nel percorso sono incluse anche antiche masserie, castelli, bagli, in una selezione accuratissima delle location più gattopardesche delle province siciliane. Dove sta la novità rispetto al tradizionale turismo dei resort di lusso? Il fatto che i viaggiatori si potranno spostare da un luogo all’altro usando le vetture elettriche di Sicily by Car, poiché in ognuna delle tappe dell’itinerario loro proposto troveranno delle colonnine elettriche dove poter ricaricare i loro mezzi. Dragotto si è detto convinto che il futuro della mobilità sia nell’elettricità. I motori a combustione interna hanno fatto ormai il loro tempo e in questo settore non ci sono sviluppi possibili. Invece nel settore del motore elettrico c’è ancora tanta strada da fare. Oltretutto un’auto elettrica non inquina e permette di esplorare il territorio senza arrecare alcun disturbo: in questo senso si sposa perfettamente con un turismo di alta sostenibilità. I ristoratori e gli albergatori che sono stati coinvolti nel progetto hanno aderito con entusiasmo, ed ora che “Donna Sicilia” è stata illustrata agli enti pubblici verrà proposta ai tour operator e presentata nelle fiere di settore. Le prospettive sembrano essere rosee, perché la richiesta di formule turistiche green e sostenibili sono sempre più numerose e sicuramente la proposta di Sicily by Car troverà una buona accoglienza da parte dei viaggiatori più attenti. Naturalmente questo non è che un progetto pilota: l’idea è che iniziative simili possano svilupparsi in tutta Italia, creando un vero e proprio circuito di vetture elettriche da usare a scopo turistico. L’iniziativa potrebbe avere successo anche perché va a stimolare un segmento turistico, quello di lusso, che potrebbe rappresentare una grande risorsa economica per la Sicilia, la quale possiede moltissimi siti storici che possono essere sfruttati in tal senso. Si apre così una nuova stagione green all’insegna della sostenibilità e del rispetto del territorio.